La cosa più difficile nell’organizzare un viaggio con i bambini al seguito è gestire l’ansia da prestazione, per affrontarla al meglio vi consigliamo 5 oggetti tanto semplici quanto utili che si riveleranno ottimi alleati.

Ci sono due grandi timori che affliggono un genitore che si presta ad affrontare un viaggio con i bambini, l’intrattenimento durante il tragitto e la gestione degli imprevisti.

Potremmo scrivere pagine intere su quello che è necessario portare in viaggio con un bambino, oggi però ci concentriamo su quei 5 oggetti che mi sono tornati particolarmente utili, tanto da farmi esclamare “menomale che me lo sono portato!”.

Prima di cominciare con l’elenco lasciatemi dire che il viaggio con i bambini è un dono meraviglioso.

Per quanto faticoso, stancante e a tratti stressante possa essere, da quando è arrivato Tommi io e mio marito abbiamo scoperto un nuovo modo di guardare il mondo, cosa che ci ha permesso di riscoprire luoghi già visti.

Ma ora smettiamo di tergiversare e cominciamo subito con la lista.

 

  1. GLI SNACK

    Essendo Tommaso un mangione pluripremiato non potevo non citare il cibo.
    Sto parlando di quegli spezza-fame che lo tengono impegnato e soddisfano la sua golosità.snack per un viaggio con i bambiniNoi ad esempio adoriamo le gallette aromatizzate alla mela della Hipp, sono leggere e croccanti ed hanno un sapore fresco e per nulla stucchevole.

  2. SALVIETTINE RINFRESCANTI

    Qui su Briciole di Nido ci è già capitato di parlare del celeberrimo talco non talco, sapevate che ora esistono anche le salviette?
    Appena le ho viste ho pensato subito che fossero geniali perché ti permettono di rinfrescare il nano senza quella sensazione appiccicaticcia che lasciano invece le altre salviette.
    ottime sia in estate che in primavera!
    ausili per un viaggio con i bambini

  3. INTRATTENIMENTO AUDIO/VISIVO

    Sapevate che YouTube e Netflix danno la possibilità di scaricare i video e guardarli offline?
    Le mamme più diligenti storceranno il naso, ma se vi si prospetta un viaggio di 9 ore in aereo e vostro figlio ne dorme due, ecco che diventa imperativo trovare svariate alternative che allietino il loro tempo.
    Altrimenti non resterà che mettervi a cantare ininterrottamente e senza tregua Ci son due coccodrilli o Wyskey il ragnetto.
    Ecco il nostro video preferito!

  4. CARDIGAN

    Non sottovalutate la genialità di questo oggetto, potrebbe sembrare uno dei consigli che darebbe una bisnonna ma un cardigan è il capo passe-partout per eccellenza.

    Bambino con Cardigan aperto

    Foto trovata su Pinterest

    Potrete infatti usarlo nei seguenti modi:

    Allacciato se dovesse fare freddo
    Slacciato se dovrebbe fare “freschino”
    Toglierlo se dovesse fare caldo
    Attorno al collo se dovesse esserci un po’ di “arietta”

  5. ZAINETTO DEI GIOCHI

    Non potevo non citare l’intrattenimento per eccellenza. Mi sento di aggiungerlo per un semplice motivo, ingenuamente il primo viaggio (fortunatamente breve) che abbiamo fatto, ho avuto la brillante idea di portare giochi nuovi sconosciuti a Tommaso pensando “giochi nuovi, tempi di attenzione più lunghi!”.

    Il rischio di portare dei giochi che il vostro bambino non ha mai sperimentato, è che questi non stimolino la sua curiosità e per tanto non siano di suo interesse.Il risultato è che anche se avrete portato una sacca piena di giochi, sarà quasi come non averne portati affatto.

    Forte di questa esperienza l’ultimo viaggio mi sono munita esclusivamente dei suoi giochi preferiti il cui interesse da parte di Tommi era più che comprovato.Abbiamo quindi portato tre libri di cui uno sonoro, la sua inseparabile paperetta in gomma ecologica, le bottigliette sensoriali che ho realizzato e così via.

Se volete approfondire questo argomento e volete sapere come mi sono organizzata per il viaggio a New York, qui sotto trovate il video.

Un abbraccio

Sara

Share: