LE TRADIZIONI DEL MIO NATALE

Ciao Briciole

da tempo navigavo sul web in cerca di un tag sul Natale e in questo periodo mi sono imbattuta nel video tag ideato da Valentina del canale L’Angolo del Focolare. I contenuti mi sono sembrati così carini tanto che ho pensato di proporre il tag per Briciole di Nido in versione “writer” piuttosto che video.

Spero vi faccia piacere scoprire qualcosina in più su di me e leggere le tradizioni nel mio Natale in Puglia!

Prima di salutarvi, invito alcune mamme blogger che seguo con interesse, a rispondere a queste domande: Bea (Crème de Cassis), Benedetta (Come nasce una mamma), Cristiana (100 per 100 mamma), Giulia (Il covo delle delizie), Silvia (Mamma imperfetta) e la mia Paoletta (Mammattiva). Per molte di loro sarà il primo Natale insieme ai loro bimbi quindi aspetto le loro risposte dopo che avranno trascorso queste prime feste magiche.

Un abbraccio, Cri

1- Quando fai l’albero di Natale e chi lo decora?

Volendo restare fedeli alla tradizione pugliese, l’albero di Natale (e il Presepe) vengono fatti all’incirca a ridosso di Santa Lucia e quindi il 13 dicembre. A Molfetta, la mia città, c’è la tradizione di San Nicola che nella notte tra il 5 e il 6 dicembre porta i doni a tutti i bambini, quindi, quando ero piccola, abbiamo sempre anticipato il momento delle decorazioni per creare la giusta atmosfera in vista di San Nicola. Da quando sono diventata mamma, cerco di addobbare casa l’ultimo weekend di novembre in modo che sia tutto pronto e decorato per il 1° dicembre, giorno del compleanno di Andrea.

2- Luci bianche o colorate?

Pur amando le luci calde, il mio albero è fatto esclusivamente con luci a led bianche senza intermittenza perché essendo posizionato di fronte al divano e accanto al mobile TV, non amo molto vedere i giochi di luci mentre guardiamo i film; anche le altre decorazioni luminose sono in linea con quelle dell’albero ma con i giochi di intermittenza.

3- Che cosa farai durante le feste quest’anno?

Negli anni passati ci siamo sempre ritagliati un weekend per i mercatini di Natale sfruttando anche la festività dell’Immacolata ma mai nei giorni di Natale. In genere, siamo molto fedeli alla tradizione Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi per cui restiamo in famiglia senza concederci nulla di eccezionale o stravagante. Un Natale in una baita di montagna sarebbe bellissimo a livello di atmosfera e nuovi sapori ma probabilmente non lo sentirei il mio Natale.

4- Qual è la tua bevanda preferita di Natale?

La mia bevanda preferita per il periodo natalizio e, generalmente per il periodo invernale, è la tisana al melograno. Non sono una fedelissima amante del tè giornaliero ma spesso io e Vincenzo ci concediamo qualche tisana dopo cena specie se restiamo sul divano per guardare un film.

5- Panettone o Pandoro?

Direi entrambi e nessuno dei due. Amo la pasta del panettone ma devo eliminare qualsiasi traccia di uvetta e canditi così come amo il pandoro semplice senza cremine ma alla seconda fetta sono già stufa che inizio a pensare come riciclare il resto delle confezioni che ho ricevuto con qualche ricettina golosa.

6- Qual è la tua canzone di Natale preferita?

C’è stato un periodo in cui amavo “scongelare Bublè” per il periodo delle feste ma da un po’ di anni a questa parte amo particolarmente ascoltare le canzoni di Natale nelle versioni proposte dal grande Sinatra. In particolare questa che ho utilizzato per il video proposto l’anno scorso nel progetto Natale con le Briciole.

7- Sci o slittino?

Lancio dei sassi in acqua va bene lo stesso? Devo comunque dire che in questi ultimi due/tre anni, ci stiamo abituando anche noi pugliesi a vedere qualche fiocco di neve a ridosso del Natale ma nulla che possa farci pensare (seriamente) allo sci o allo slittino. Diciamo che la nostra neve è più in versione Casa Surace: quando arriva è una bolgia di caos e allegria.

8- Qual è il tuo profumo preferito invernale?

Per il periodo natalizio è Christmas cookie by Yyankee candle: anche se per molti è una profumazione stucchevole, per noi ormai è una vera droga in questo periodo, sembra di aver sempre una torta in forno e funziona perfettamente come cattura odori e catalizzatore di ispirazioni e pensieri positivi. Per il periodo invernale adoro Lemongrass e gingerby Yankee candle mentre la profumazione costante nel mio soggiorno è Rosso nobile by dr Vranjes.

9- Dimmi la tradizione che preferisci del Natale?

Da piccola adoravo aiutare nonna a fare i dolci di mandorle e recitare le poesie di Natale, a fine pranzo, con i miei cugini. Oggi dico che le tradizioni più belle sono: le frittelle da preparare il giorno della vigilia dove tutta la città è pervasa da questo intenso profumo di olio e la colazione il giorno di Natale, dopo aver scartato i regali.

10- Se potessi vivere in un film di Natale quale sarebbe?

Qui ho due nomi: Fantaghirò perché anche se di Natale non ha nulla, solo chi è nato negli anni ’80 potrà capire. Mamma ho perso l’aereo perché pur avendolo visto un milione di volte, continuo a ridere della genialità degli scherzi fatti e perché io e i miei cugini abbiamo preso seriamente l’idea dei ladri in casa tanto che un pomeriggio, mentre nonna era uscita un attimo in piazza per comprare della verdura, noi abbiamo messo su un gran baccano copiando gli scherzi di Kevin, dalle tavolette di sapone a terra alle sedie dietro la porta d’ingresso. il risultato è stato che  mentre Kevin è diventato l’eroe di famiglia e noi ci siamo beccati una bella ramanzina dai genitori perché abbiamo rischiato di far cadere la nonna con tutte le buste della spesa.

11- Qual è il colore del tuo Natale?

A casa mia il Natale ha i toni del bianco e del legno naturale; nulla di rosso a casa mia!

12- A Natale stai in pigiama o vestita elegante?

Il giorno di Natale cerchiamo sempre di scambiarci i regali molto presto e poi fare colazione con mia madre e mia sorella perché poi non siamo insieme a pranzo. La sveglia quindi non suona poi così tardi e per la prima parte della mattinata restiamo in pigiama mentre poi ci cambiamo e usciamo per scambiarci gli auguri con gli amici e andare a pranzo.

13- I regali li apri la vigilia o la mattina di Natale?

Alcuni dopo la mezzanotte, altri la mattina di Natale. L‘anno scorso abbiamo passato la mezzanotte a casa mia con Miky, Lalla e Donni mentre quest’anno cercheremo di trattenere Andre sveglio per l’arrivo di un Babbo Natale speciale. Negli anni passati ogni qual volta che acquistavo un regalino lo mettevo sotto l’albero mentre da quest’anno sono stata ben attenta a non fare questa cosa proprio per non confondere Andrea e fargli vivere appieno l’arrivo di Babbo Natale con il sacco dei doni.

14- Cosa preferisci il pranzo di Natale o i dolci?

I dolci di Natale tipici della mia città sono a base di pasta di mandorle, sono molto ricercati e molto pregiati ma per i miei gusti vince a mani basse il pranzo di Natale.

15- Un augurio?

Il mio augurio di questo Natale lo trovate nel testo dell’ultima canzone di Caparezza (che tengo a sottolineare è molfettese doc): Ti Fa Stare Bene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *