COME INSEGNARE L’INGLESE AI BIMBI?

Da quando sono mamma sono stata colpita dalla preoccupazione della seconda lingua. Avevo sentito che c’era in giro questa malattia ma non ci avevo dato mai peso, un po’ come la varicella che gira sempre tra le scuole ma non è sicuro che colpisca davvero!

Io sono una frana in Inglese, colpa della mia prof alle superiori, davvero poco simpatica! In realtà però mi piace ascoltare i film in lingua come mi incuriosisce sentire due persone parlare in inglese tra loro. Tutto molto interessante, non c’è che dire…ma come insegno l’inglese a mio figlio?

Donni ha un anno eppure mi sono posta da sempre questa domanda e così sono passata all’attacco! Pronti?

Sfruttando la mia spasmodica passione per i libri per bambini ho iniziato a guardare che cosa proporgli e come lui reagiva alla novità.

Ho iniziato con il libro “Dear zoo” che è davvero bellissimo, soprattutto perchè è fatto con finestrelle semplici da aprire e perchè ha come protagonisti gli animali! Una volta appurato che questo libro fosse tra i suoi preferiti sono passata a un altro molto interessante, “Zebra’s sneeze”, sempre sugli animali, e con un aiutante perfetto: una marionetta! Anche questo libro è piaciuto molto a Donni e sono sicura che piacerà anche ai vostri bimbi perchè tutto rimane sulla linea di un gioco. Non amo, infatti, i libri per bambini che sono più dei dizionari che dei libri e che hanno il solo scopo di insegnare come si dice questo o quello in inglese. Non amo questi generi di libri in italiano, figuriamoci in inglese! Io preferisco che tutto sia un gioco, che l’inglese faccia parte della quotidianità nei tempi e nei modi giusti e che non ci sia l’ansia da prestazione per noi e per loro.

Un buon stratagemma per far sì che l’inglese faccia parte della vita della vostro bimbo è comprare qualche loro libro preferito in lingua. Me ne hanno regalato uno in inglese di Peppa Pig per esempio, e io comprato Spotty, uno dei cani inglesi più famoso e amato dai bambini, e che nell’edizione in lingua ha un formato decisamente più bello. E’ infatti, cartonato e più resistente di quello classico in italiano, e ha una dimensione compatta, più facile da tenere in mano per i bimbi. Il prezzo, su Amazon, è contenuto così da poterli collezionare!

Essendo Donni appassionato di Spotty non ha avuto difficoltà ad apprezzarlo in lingua! Molto bella è anche la collana di  Annie Kubler. I suoi libri sono molto semplici e parlano per lo più del corpo, così da favorirne la conoscenza giocando. Proprio grazie a lei ho scoperto il libro “Head, Shoulders, Knees and Toes” e poi la relativa canzone su un canale youtube Super Simple Songs – Kids Songs. Vi avviso che molte delle canzoni non sono alla portata di tutti i bambini, un po’ per i cartoni che non sono il massimo, un po’ per l’età a cui le proponete.

Vi propongo quelle a cui io e Donni ci siamo appassionati. “If You’re Happy” è la versione inglese della nostra “Se sei felice e tu lo sai batti le mani” ma, a mio avviso, più giusta per i bimbi perchè aiuta a riconoscere le proprie emozioni del tipo: “se sei arrabbiato e tu lo sai batti i piedi!”. Quella di cui siamo innamorati è “Rain Rain Go Away“, il ritmo è divertente e aiuta a esorcizzare i pomeriggi piovosi! Le più famose e classiche sono: One Little FingerThe Animals On The Farm e Five Little Monkeys Jumping On The Bed.

Buon inglese a tutti, grandi e piccini! Rossella

P.S.: ho preso diversi libri in inglese, con relativo cd, ma al momento non ne ho trovato uno davvero bello di cui vale la pena non solo parlarvene ma anche spendere i soldi per comprarlo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *